Un futuro sostenibile: un progetto nelle scuole del Lazio per fare la differenza

Share the SCITEC News

Un futuro sostenibile: un progetto nelle scuole del Lazio per fare la differenza

modelli divulgativi da utilizzare negli ambiti scolastici non possono prescindere dal declinare i temi affrontati in chiave di sostenibilità, avendo cura di fornire elementi di approfondimento professionale con un’esposizione accurata e semplice al tempo stesso: questo al fine di stimolare le giovani menti ad applicare il metodo scientifico per incidere sugli accadimenti della vita, ma anche di aiutarle a tracciare un percorso per le future scelte accademiche o lavorative.

Compito degli Enti di ricerca, come enunciato dalla Ricerca e Innovazione Responsabile (RRI), è l’affiancamento dei percorsi di disseminazione nelle scuole, facendo in modo che gli elementi accademici si accompagnino efficacemente a un linguaggio fruibile, arricchendo il bagaglio cognitivo dei ragazzi e delle ragazze, stimolando un confronto immediato e creando una concatenazione di azioni, anche attraverso tool non convenzionali ma molto urilizzati come la gamification.

Questo è quanto l’Istituto di scienze e tecnologie della chimica ‘Giulio Natta’ (Cnr-Scitec), in collaborazione con il Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali (Cnr-Dsctm), si è posto come obiettivo aderendo al progetto “Plastic Free Scuole – per un futuro sostenibile” che culmina il 28 maggio 2021 con un evento digitale realizzato insieme agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’I.C. “Viale dei Consoli, 16” di Roma grazie all’organizzazione della Dirigente scolastica Alessia Lo Bosco coadiuvata dall'Associazione Roma Pro Natura.

La nostra Ricercatrice Lucia Conzatti, evidenzia come "la problematica dei rifiuti abbia carattere generale e non riguardi solo la plastica; tuttavia, proprio per quest’ultima, occorre aumentare in modo consistente l’educazione e la responsabilizzazione, sin da bambini, dei cittadini e cittadine, per traguardare una corretta raccolta differenziata, quale percorso strategico per dare alla plastica una nuova vita".
Ilaria Schizzi e Michela Tassistro, che parteciperanno all’evento finale anche quali componenti del team ATM in 3d, colgono l’occasione per rammentare come gli attori istituzionali di rilievo - come l’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) – stiano assegnando un ruolo sempre più rilevante alle attività di disseminazione della conoscenza, soprattutto se indirizzate agli ambiti non riservati alle addette e agli addetti ai lavori ma alla popolazione generale, che trarrà i maggiori benefici dalla conoscenza e comprensione delle innovazioni ed avanzamenti della ricerca scientifica

Infine, la dirigente dell’Istituto Comprensivo e coordinatrice del progetto Alessia Lo Bosco nel presentare alla stampa l’evento digitale ha voluto sottolineare come le attività svolte da ciascun partner hanno permesso il pieno raggiungimento delle finalità educative del progetto realizzato nel corrente anno scolastico, nonostante le grandi difficoltà presentate dal perdurare della pandemia da Covid-19, e riuscendo a trasmettere l’entusiasmo necessario per ottenere da ciascun studente una partecipazione attiva e concreta. Lo sprone con cui chiude la sua riflessione può divenire lo slogan del progetto: “Il futuro è già qui, ed è un’opportunità che non possiamo sprecare!”.

more info: EVENTI CNR


Stampa  
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.